x

Prodotto aggiunto al carrello

Quantità
Totale

Sono presenti 0 prodotti nel carrello E' presente 1 prodotto nel carrello

  • Totale prodotti (iva inclusa)  
  • Totale spedizione (iva inclusa)   Spedizione gratuita
  • Totale (iva inclusa)  
* Costi di spedizione stimati, effettua il login per maggiori dettagli.
< Continua lo shopping

Genepy - Artemisia

scorri

Il genepy è il liquore tradizionale della Valle d'Aosta, ottenuto a partire di una rara erba di montagna, l'artemisia. Cos'è il genepy? Nel dialetto di molte popolazioni delle Alpi Occidentali "Génépy" è il nome, di probabile origine celtica, di un'erba di montagna, l'Artemísia Glacialis: una piantina che cresce in estate, oltre i duemila metri di altitudine, su quei terreni morenici che i ghiacciai lasciano scoperti durante le loro cicliche ritirate.

FILTRI

Prodotti

Ci sono
17 prodotti.
Ordina
Pagine

Cos'è il genepy? Nel dialetto di molte popolazioni delle Alpi Occidentali "Génépy" è il nome, di probabile origine celtica, di un'erba di montagna, l'Artemísia Glacialis: una piantina che cresce in estate, oltre i duemila metri di altitudine, su quei terreni morenici che i ghiacciai lasciano scoperti durante le loro cicliche ritirate. E' una piantina alta dieci o dodici centimetri, alla quale i valdostani da sempre attribuiscono doti medicinali.

Come si estrae il liquore dalla pianta? Due sono i metodi fondamentali: o si ottiene una tintura o si ottiene un alcolato, e in seguito si miscela il tutto con acqua, alcool e zucchero fino a ottenere la gradazione alcoolica e il tenore zuccherino voluti. Trattandosi di un digestivo, parte dello zucchero potrà essere rappresentato da glucosio purissimo, cioè dalla parte migliore e completamente digeribile dello zucchero, la quale, oltre a non essere tossica per il fegato, ha anche un minor potere dolcificante.
Nel caso che si opti per l'alcolato si deve far macerare la parte migliore delle piantine, seccata e sminuzzata in alcool per alcuni giorni, fino a ottenere un infuso (praticamente una tintura) che ha diverse impurità, e procedendo alla distillazione di quest'ultimo ne risulterà un’essenza purissima, che concentra tutto il profumo e le caratteristiche proprie del Génépy. Si aggiungono poi acqua, alcool, zucchero e glucosio, e si pone ad invecchiare: a maturazione avvenuta il liquore è pronto. Essendo cristallino, viene spesso trattato con coloranti naturali, per rispettare la tradizione che da sempre lo vuole con il suo tipico color verde.

Come si beve il Génépy? Liscio è tonico e digestivo. On the rocks o con seltz è ottimo e dissetante. Caldo, preparato come grog, è energetico e confortante. Sotto forma di Cocktail.

 

Copyright © 2016 Yndella.com di Andrea Menegazzi D.I. Tutti i diritti riservati.
Via Prebenda, 28 11100 Aosta (Ao) Italy C.F. MNGNDR85H04A326B - P.I. 01193680079
Tel. +39 0165 7741600 - Fax +39 0165 765203

DESIGN TEMBO